lunedì 15 aprile 2013

Rifatte senza glutine: Sfincione Palermitano

Care amiche e amici,
eccoci giunti al consueto appuntamento mensile con le RIFATTE SENZA GLUTINE...spesso ricordo che è un'iniziativa per fare capire quanto sia facile e alla portata di tutti cucinare senza glutine !
Quest'appuntamento è sempre una festa a casa mia, perchè spesso ci sono ricette di cui non conoscevo nemmeno l'esistenza come nel caso dello Sfincione Palermitano...e chi lo conosceva ?!!!
Anche io non sapevo cosa fosse e prima di prepararlo sono andata su google a cercare la storia, vi linko ciò che ho trovato su Wikipedia Sfincione Palermitano, una storia davvero interessante !
Nel preparare questa Rifatta però ho temuto che potesse andare storto qualcosa, anche perchè nei 3 anni di celiachia non avevo mai preparato una pizza o focaccia con sole farine naturali, ho usato sempre  le dietoterapeutiche, cioè le farine già premiscelate di varie case produttrici di prodotti senza glutine !
Più che altro la mia preoccupazione era la lievitazione che è un aspetto molto delicato sopratutto negli impasti senza glutine e invece è filato tutto liscio e lo Sfinione era ottimo, sofficissimo e anche molto gustoso visto gli ingredienti succulenti !
Questo mese per questa ricetta siamo a casa di Stefania - Cardamomo & co. e la ricetta da eseguire era questa: Sfincione palermitano gluten free  naturalmente !
Il profumo, il sapore e la sofficità erano incredibili e ce lo siamo divorati in un boccone...solo che a differenza della ricetta originale, io ho dimezzato le quantità perchè per noi era tantissimo !
E allora vi riporto il mio Sfincione sperando che vi piaccia e che proviate a Rifarlo !

 

la preparazione...
 
INGREDIENTI ( Per la base):
 
 - 350 gr di Maizena da Prontuario (per me 175),
- 400 gr di farina di riso sottilissima da Prontuario, mi raccomando altrimenti il sapore non è buono (per me 200),
- un cubetto di lievito da 40 gr (per me da 25),
- 60 gr di burro  (per me 30 gr),
- 15 gr di sale (per me 7 gr),
- 450 gr di latte (per me 225 gr),
- Olio extravergine di oliva,
- sale
 
Mescolare le due farine e sciogliere il burro al microonde e mescolare insieme . Stemperare (riscaldare,ma on troppo) il latte e aggiungere il lievito, avendo cura di farlo sciogliere bene .
Quindi aggiungerlo all'impasto e lavorare fino a raggiungere una consistenza compatta,ma morbida. Salare.
Lasciare lievitare l'impasto un'ora e mezza al calduccio. Deve diventare circa il doppio.
Quidi, riprendere l'imasto, e stendere su una teglia aiutandosi con un pò d'olio. Condire e lasciare riposare altri 40 minuti circa, coperto con pellicola .
 
PER IL CONDIMENTO:
 
- 600 gr ca. di pomodoro pelato (per me 300 gr),
- 300 gr di cipolla (per me 150 gr),
- olio extravergine di oliva,
grana (versione blasfema, perchè a Palermo si usa il pecorino e caciocavallo, in parte gratuggiati e in parte a cubetti),
- 4 filetti di acciughe (facoltative, ma ci stanno benissimo),
- 50 gr di pangrattato da Prontuario (per me 25 gr),
- sale
 
Tagliare a fettine la cipolla e farla soffriggere con l'olio .
Quindi aggiungere il pomodoro,salare e lasciar cuocere per circa 20 minuti .
Salare e pepare a vostro piacimento . Far raffreddare .
A questo punto stendere  sull'impasto lievitato e spolverizzare con abbondante grana, origano, sale e qualche acciughina sott'olio spezzettata .
A parte fate tostare il pangrattato con un pò d'olio e sale e versate sul condimento .
Quindi cuocere in forno caldo a 200° per 20 minuti circa .
La pasta deve essere alta, circa 5 cm dopo la lievitazione e quindi la teglia per queste dosi deve essere circa di 35x25 cm (io ne ho usata una più piccola riducendo gli ingredienti) . 
 
 
 
 


 
Ora vi posto il banner per partecipare alla Rifatte che potrete prelevare e scaricare, in caso vogliate partecipare !
 


il prossimo mese per la prossima Rifatta, ci troviamo tutti a casa di Gaia con la Torta Amaretto....



 

 

 


35 commenti:

  1. Che profumino che esce dalla tua cucina, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,eh sì Raffaella,davvero un buon profumo e un buon sapore !

      Elimina
  2. Anch'io non avevo ancora provato le farine naturali da sole per un lievitato salato. Il tuo esperimento direi che è riuscitissimo!
    A presto, Ellen

    RispondiElimina
  3. Ciao Ellen,grazie...il mio timore era infatti quello di non ottenere una buona levitazione ed invece è andato tutto bene con mia somma gioia ! A presto !

    RispondiElimina
  4. Lo sfincione è veramjente un lievito squisito e dare anche la possibilità ai celiaci di gustarlo rende questa ricetta veramente splendida. Complimenti!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Donatella,io non l'avevo mai provato ed è veramente buono ! Un bacione !

      Elimina
  5. buonooooo sembra squisito ciao elisa di spicchidelgusto.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. bene Roberta
    ti è venuto benissimo

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi Rifatte,che ogni volta mi fate scoprire nuove ricette...un bacione !

      Elimina
  7. anche io ho fatto una dose ridotta... veramente bello per essere la prima volta di una ricetta sconosciuta
    brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, sono contenta che mi dici questo...un bacione !

      Elimina
  8. io lo adoro e ne mangerei a volontà...buono !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, buono buono Ivana...da rifare ! :-)

      Elimina
  9. questo meso non sono riuscita a partecipare, peccato lo farò appena possibile, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì dai, c'è tempo per rifarlo...poi è veramente buonissimo e sofficioso ! :-)

      Elimina
  10. Roberta...bravissima, conoscerne la storia ti avrà aiutata a mettere ancora più passione!!!Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena,grazie...sinceramente non l'avevo mai visto e non lo conoscevo,però è veramente gustoso !

      Elimina
  11. io non l'ho mai assaggiato.. ma il tuo mi fa una voglia!

    RispondiElimina
  12. E' molto gustoso e soffice Luisa,provaci anche tu,ne rimarrai entusiasta ! Un bacione ! :-)

    RispondiElimina
  13. La vera sfida infatti stava proprio nell'usare questo mix di farine naturali. Sei stata audace (come lo siamo ogni giorno tutte noi) e il tuo impegno è stato ripagato!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  14. Grazie Stefania per i complimenti,ne sono molto felice,ma sopratutto devo ringraziare te per avermi fatto conoscere lo Sfincione ! Un bacio ! :-)

    RispondiElimina
  15. Bello e buono sicuramente :)
    Neanch'io lo avevo mai provato... è stato una piacevolissima scoperta.
    A presto
    Eli

    RispondiElimina
  16. Complimenti davvero! alla prossima allora!

    RispondiElimina
  17. mmm che buono ...per me è stato bello scoprire questa preparazione proprio con la proposta delle rifatte :)

    RispondiElimina
  18. Ebbene si; anch'io ho dimezzato ma...no lo farò più ;)

    RispondiElimina
  19. io adoro le ricette siciliane!!! questa però non l'ho mai provata!! da fare!!!

    RispondiElimina
  20. mi piace ... lo passo, anche, alla mia amica per la sua bimba celiaca :) Ciao

    RispondiElimina
  21. interessante ricetta. L'annoto e la consiglio alla mia amica.

    RispondiElimina
  22. grazie per la bella presentazione conosco anche io questi prodotti e sono ottimi

    RispondiElimina
  23. Complimenti per l'ottima ricetta adatta a tutti!

    RispondiElimina
  24. io conosco l'originale ed è uno dei miei piatti preferiti lo faccio spesso...;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...